Skip to content

La nostra storia

Immagine 3

La Bottega di artigianato orafo artistico Officina Orafa ed Oltre nasce nel 1983.
Erminio Pizzetti e Simonetta Giardina, inseparabili sia nel lavoro che nella vita, ne sono gli instancabili ed entusiasti artefici.

E’ un sodalizio che prende vita a Bergamo, dove collaborano con diversi atelier di produzione col nome di “Officina Orafa ed Altro”.
Nel 2000 l’attività si trasferisce ad Abbadia San Salvatore sul monte Amiata, in provincia di Siena, dove tuttora ha la sua sede.

Caratteristica principale dell’Officina è da sempre la ricerca delle antiche tecniche artigiane allargata alle varie esperienze estetiche.

Materiali e cooperazioni differenti le hanno permesso di abbracciare i più disparati campi d’intervento.
Tecniche specifiche quali la legatura e laminazione dei metalli (oro, argento, rame), la scultura in cera, la fusione a cera persa, la fusione in terra, il cesello e lo sbalzo, la costruzione al banchetto nonché una conoscenza approfondita delle pietre e dei cristalli, da sempre la collocano nella definizione di “artigianato ad alto valore manuale”.
E’ con questa convinzione che tutte le fasi del lavoro, dall’idea alla realizzazione dell’oggetto finito, diventano un percorso di confronto continuo tra il committente e l’Officina.

Un vasto campionario di anelli nuziali introduce le infinite possibilità di realizzazione e personalizzazione che possiamo creare insieme.
La ricerca si è estesa inoltre all’ambito del Medioevo, riproponendo tecniche e temi dell’epoca in grado di rappresentarne un’accurata ricostruzione storica.
Un insostituibile bagaglio di esperienze che rende ogni fase creativa, dall’ideazione alla realizzazione, una speciale opportunità di confronto col committente al fine di offrire manufatti calibrati in base alle sue personali esigenze.
Questo è Officina Orafa ed Oltre, aperta al pubblico e ora visibile anche online.

Simonetta ed Erminio vi invitano a viaggiare tra le immagini di alcune tra le loro creazioni: per coglierne l’essenza, per conoscerne l’arte, per condividerne la passione che non è solo lavoro, creazione, produzione.

E’, semplicemente, oltre.